Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow varie arrow L’addio di Tauriano a Sergino Martina «Vuoto incolmabile»
L’addio di Tauriano a Sergino Martina «Vuoto incolmabile» PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
domenica 29 maggio 2016

Da Il messagero di Pordenone di Sabato 28 maggio 2016, articolo di Guglielmo Zisa

Una raccmarrtina_sergino_portiere.jpgolta fondi a sostegno dell'associazione Semiperdo orienteering di Maniago, sodalizio di cui era stato orgogliosamente uno degli ideatori, nonché componente del direttivo sin dai primi anni Duemila, perché possa continuare, con maggior sicurezza, a svolgere la propria attività, diffondendo quello sport che lui amava molto, specie fra i più giovani. È quello a cui stanno pensando gli amici e colleghi dell'istituto d'istruzione superiore Il Tagliamento di Spilimbergo, a ricordo dell'amico Sergino Martina, strappato improvvisamente all'affetto dei suoi cari all'età di 63 anni. Oggi, alle 10.30, saranno celebrati i funerali nella parrocchiale di Tauriano. Un vuoto incolmabile quello che Martina lascia, in particolare, nel settore associazionistico e sportivo spilimberghese. Taurianese, architetto e stimato insegnante di tecnologie e disegno all'istituto di via Degli Alpini, proprio nello sport aveva trovato una delle sue più grandi passioni, unitamente a quella per la natura: la passione per l'orienteering, disciplina di cui era uno dei massimi esponenti in Italia. Era istruttore nell'associazione maniaghese e a scuola: con i ragazzi dell'istituto Il Tagliamento aveva raggiunto risultati prestigiosi. E proprio il settore dell'orienteering in Friuli Venezia Giulia ha voluto rendergli omaggio attraverso le parole del presidente della federazione regionale (Fiso) Mauro Nardi, che così lo ricorda: «Sergino è stato un pioniere dell'orienteering e ha saputo insegnarlo e trasmetterlo come pochi. Per me sarà sempre qui e vorrei continuare a ridere come quando mi faceva ridere e ricordare tutte quelle piccole cose che piacevano a noi tutti». Sergino Martina lascia i genitori Sergio e Gisella, il fratello Paolo, le figlie Micaela e Giulia. (g.z.)

 IMG_20160528_102207.jpg

IMG_20160528_102918.jpg

IMG_20160528_115251.jpg

 

 Gli Alunni dell'Istituto "Il Tagliamento"sono presenti con la felpa colorata della loro scuola, in tanti e tutti molto coinvolti emotivamente dalla repentina scomparsa del "loro amato Prof".

 

 

 mart_seerg.jpg

Un infarto lo ha colto improvvisamente nel sonno, strappandolo all’affetto dei suoi cari. È morto così, nella notte tra mercoledì e giovedì, Sergino Martina, figura di spicco nella città del mosaico.

Taurianese, classe 1953, era nato in Sudafrica, dove aveva vissuto la sua infanzia da emigrante assieme ai genitori Sergio e Gisella e al fratello Paolo. Da ragazzo aveva fatto ritorno a Spilimbergo, completando il ciclo di studi con la laurea in architettura all’università di Venezia.

Docente e sportivo. Sergino Martina era uno stimato insegnante di tecnologie e disegno all’istituto d’istruzione superiore “Il Tagliamento”, nonchè un affermato professionista. A Spilimbergo molti lo ricordano, oltre che per l’affabilità e la simpatia, come un appassionato sportivo.

«Sergino è stato uno sportivo straordinario – lo ricorda l’amico fraterno Rudi Bremer, imprenditore ed ex presidente dell’Unione sportiva Spilimbergo – Aveva frequentato un pò tutte le società sportive del territorio, praticando numerosi sport, dal calcio al basket, dalla pallavolo alla pallamano, probabilmente, in gioventù, la disciplina che gli diede le maggiori soddisfazioni».

Senza dimenticare la presidenza dell’associazione H2O, storico sodalizio (sciolto tre anni fa) in cui Martina si era fatto promotore di iniziative memorabili come “Tagliamento pulito”.

Una nuova passione. Martina non aveva mai abbandonato la passione per lo sport e la natura, anzi scoprendone negli ultimi anni una per lui inedita, che ne aveva fatto uno dei massimi esponenti in Italia: l’orienteering. Era un istruttore dell’associazione Semiperdo di Maniago.

«Sergino è stato un pilastro della nostra scuola: uno straordinario insegnante che ha diffuso fra gli allievi la passione per questa disciplina – lo ricorda la collega Mara Nespolo, docente di scienze motorie all’Isis di via Degli Alpini –. Giovedì avrebbe dovuto recarsi a Pradis per tracciare un percorso di allenamento per i nostri ragazzi in vista delle prossime gare nazionali».

«È stato lui a trasmettermi l’entusiasmo per questo sport, che abbiamo inizialmente introdotto fra i nostri allievi, usandoli un pò come banco di prova, sino a farne una delle attività di punta fra le discipline sportive che pratichiamo a scuola: con lui se ne va una delle colonne portanti del nostro istituto» evidenzia commossa.

Uno sport di successo: quest’anno i ragazzi spilimberghesi hanno raggiunto le finali nazionali Allievi, per due anni consecutivi hanno conquistato i campionati studenteschi nazionali di Trial-O.

Articolo comparso su "Il Messaggero di Pordenone" il 27 maggio 2016 scritto da Guglielmo Zisa

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 29 maggio 2016 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Agosto 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Articoli correlati

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it