Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog
12-ottobre 1979 - 40 anni dallo scoppio Rovina PDF Stampa E-mail
Varie
Scritto da Raffaele   
mercoledì 16 ottobre 2019

esplosione_rovina-art_giornale_00.jpg

esplosione_rovina-art_giornale_02.jpg

 

Leggi tutto...
 
Santuzza Tracanelli ved. Ragogna - Saluto ad una Taurianese PDF Stampa E-mail
Parrocchia San Nicolò Vescovo
Scritto da Raffaele   
lunedì 16 settembre 2019
A Toronto (Canada) il 14 settembre 2019 è mancata all'affetto dei suoi cari
 
santuzza_tracanelli.jpg

Santuzza Tracanelli

ved. Ragogna

di anni 91
 
La ricordano i famigliari, i fratelli Antonio ed Umberto. la cognata,
i nipoti e pronipoti ed i parenti tutti.
 
Tauriano 16 settembre 2019
 
Domenica 22 settembre Il vescovo incontrerà la comunità PDF Stampa E-mail
Parrocchia San Nicolò Vescovo
Scritto da Raffaele   
martedì 10 settembre 2019

Domenica 22 settembre 2019 il Vescovo Monsignor Giuseppe Pellegrini sarà in visita pastorale a Tauriano.

vescovo_pellegrini_concordia_pordenone.jpg

In questa occasione il Vescovo desidera incontrare la gente della nostra Comunità.

Alle 11.00 S.Messa con la comunità di Tauriano 

Il consiglio pastorale ha pensato di preparare un pranzo comunitario aperto a tutti (assieme ai parrocchiani di Istrago) per condividere insieme un momento di convivialità.

Il pranzo sarà allestito nella sala parrocchiale (ex cinema) di Tauriano, alle ore 12.30.

I l costo è di euro 15,00 per gli adulti, Euro 8,00 per i bambini.

Per partecipare è sufficiente dare la propria adesione entro domenica 15 settembre, comunicandolo a don Paolo, personalmente o per telefono (0427 2063), oppure rivolgendosi: a Graziella Molaro, Marisa Mion e Donatella Tazzieri.

 

 

 

 
Luigi Pittana - Saluto ad un Taurianese PDF Stampa E-mail
Parrocchia San Nicolò Vescovo
Scritto da Raffaele   
domenica 01 settembre 2019
E’ mancato all’affetto dei suoi cari
luigi-pittana.jpg

Luigi Pittana

di 75 anni
Lo annunciano con dolore Giuditta, Simona, Valentina, Eliana, 
i cugini ed i parenti tutti. 

I funerali hanno avuto luogo mercoledì 28 agosto alle ore 16.00 nella Chiesa Parrocchiale di Tauriano, ove il feretro è giunto dall’ospedale di Pordenone. 

Il Santo Rosarioera stato recitato martedì alle ore 20.00 nella Chiesa di Tauriano.
 
Lei lo lascia, lui si vendica: gatto rinchiuso nella valigia piena di letame PDF Stampa E-mail
Varie
Scritto da Raffaele   
giovedì 29 agosto 2019
 

SPILIMBERGO – Questa mattina i carabinieri della stazione di Meduno, hanno deferito in stato di libertà per reato di maltrattamento di animali, L. H., 46 anni cittadino Rumeno, residente in Spilimbergo nella frazione di Tauriano, celibe, operaio.

gattina_in_valigia_2019.jpg 

Poiché, a seguito di intervento in Tauriano di Spilimbergo fatto da una pattuglia dei carabinieri di Meduno il 21 agosto scorso per “soccorso animale domestico”, hanno accertato la responsabilità in capo al denunciato , per avere procurato sevizie e trattamento crudele verso un gatto meticcio di proprietà della ex fidanzata C. G. N. , nata in Romania 52 anni residente in Spilimbergo nubile, badante, richiudendolo forzatamente in una valigia per poi esporla al sole estivo per circa 1 giorno.

Tale trolley era stato rinforzato, nelle chiusura, con del filo di ferro (come una sommaria cucitura attorno la cerniera- evidentemente per impedire che l’animale potesse riuscire a forzare la zip di chiusura e scappare via), che preventivamente aveva parzialmente riempito con del letame.

Il trolley era poi stato appeso ad una cancellata, ben esposto al sole, con apposto all’esterno un foglio che inveiva verso la ex compagna.

Il persistente miagolio dell’animale sofferente aveva attirato la attenzione di una anziana vicina di casa che aveva provveduto a chiamare i carabinieri, accorsi poi sul posto che provvedevano a liberare il gatto.

Letto il contenuto del biglietto esterno sono stati sviluppati accertamenti e acquisite informazioni addivenendo alla ricostruzione dell’episodio, i carabinieri informavamo l’Autorità Giudiziaria denunciando l’uomo per maltrattamento di animali.

 
Una bufera lambisce Tauriano nella notte del 6 agosto 2019 PDF Stampa E-mail
Ultime notizie
Scritto da Raffaele   
mercoledì 07 agosto 2019

Per fortuna non ha fatto ne feriti ne vittime l'ondata di brutto tempo che ieri sera ha coinvolto Tauriano. Pioggia e forte vento e in alcuni tratti grandine hanno colpito la nostra frazione. Il cuore della burrasca è passato però lambendo il lato occidentale di Tauriano e in particolare le vie S.giorgio, Unità d'Italia, Tesis, Basaldella, e marginalmente Bearzi e Marchian. Le aziende agricole che si trovano verso lecaserme hanno avuto danni alle coperture. Alberi sradicati oppure stroncati a mezz altezza, segnali stradali abbattuti. Sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco per liberare dalle ramaglie la via S.Giorgio e in un giardino un grande salice ha travolto l'auto del proprietario parcheggiata sotto; mentre in una abitazione la casetta da giardino è stata rasa al suolo ed alcuni elementi sono finiti a diverse centinaia di metri dal luogo.In un altra abitazione il"cocolar" si è diviso in due andando a cadere nel cortile della casa. Alcuni alberi che avevano resistito alla bufera del 10 agosto di due anni fa sono stati danneggiati o abbattuti. I particolare un Pino da alto fusto è stato sradicato dal giardino e adagiato in tutta la sua lunghezza senza però danneggiare la casa del proprietario.

Qui di seguito il link ad un video postato da Domenico e Valentina Puglisi che dalla loro finestra hanno registrato quanto succedeva nel piazzale della chiesa.

 

video_bufera_piazzale_chiesa.jpg

 

 

Leggi tutto...
 
A Tauriano è possibile ricaricare le auto elettriche PDF Stampa E-mail
Da Spilimbergo
Scritto da Raffaele   
domenica 04 agosto 2019
centralina_enelx_x_car_elettriche2019.jpg
Come è apparso sui giornali locali, la vincitrice del bando comunale ENELX ha completato l'installazione nel parcheggio comunale adiacente la sede della soc. operaia (ufficio Poste) della colonnina per la ricarica delel auto elettriche. Delle diverse postazioni presenti sul suolo comunale, questa di Tauriano è l'unica  installata in una frazione.Dopo il distributore fuori paese che fornisce anche le auto a gas metano ora questa installazione rende il nostro paese + "VERDE" e rispettoso dell'ambiente.
 
 
Boato all’inceneritore, paura a Spilimbergo PDF Stampa E-mail
Da Spilimbergo
Scritto da Raffaele   
venerdì 02 agosto 2019

Da "Il Messaggero di Pordenne del primo agosto 2019 articolo di Guglielmo Zisa

I cittadini allertano i vigili del fuoco: «Dopo il botto anche una nuvola». Le verifiche non hanno evidenziato anomalie

Il rapporto del termovalorizzatore Ecomistral con la comunità di Spilimbergo è tormentato da anni. Stavolta, nel mirino, sono finiti alcuni rumori, a detta dei più molto forti, che hanno sorpreso la cittadinanza nella notte tra lunedì e ieri, con conseguente richiesta di intervento da parte delle forze dell’ordine.


Attorno alle 23 alcuni residenti hanno affermato d’aver udito un boato, cui sarebbe seguita la fuoriuscita di una nuvola – apparentemente di vapore – presumibilmente dalla zona industriale del Cosa, laddove ha sede l’inceneritore di rifiuti speciali. Come sempre più spesso accade nell’era dei social network è bastato un post sulla pagina Facebook “Sei di Spilimbergo se...” per alimentare la preoccupazione che qualcosa di grave potesse essere accaduto. Allertati, in due momenti diversi, i vigili del fuoco del locale distaccamento, si sono portati sul posto, effettuando un’ispezione esterna alla zona per accertarsi che non vi fossero problemi.

Da quanto si è appreso, non è stata rilevata alcuna anomalia nei luoghi, né le strumentazioni in dotazione hanno annotato alcunché di fuori norma. Dall’azienda sarebbe stato confermato di non aver richiesto l’intervento dei soccorsi, non essendoci in corso né emergenze né lavorazioni particolari che potessero portare a problemi per gli addetti o la popolazione. Ai pompieri di Spilimbergo non è rimasto altro da fare che archiviare l’accaduto come “falso allarme”.

Resta comunque alta l’attenzione da parte della popolazione rispetto ai piani futuri che riguardano l’inceneritore, dal momento che, anche nell’ultimo consiglio comunale, la questione si è riproposta, votando all’unanimità un ordine del giorno – presentato dai consiglieri di Spilimbergo in cammino Leonardo Soresi e Fabio Frenna e di Spilimbergo democratica Gabriella Ius (emendato dalla maggioranza) – contenente la duplice richiesta al sindaco Enrico Sarcinelli e alla giunta d’attivarsi con gli organi competenti per avere garanzia che lo studio epidemiologico annunciato dall’assessore regionale all’ambiente Fabio Scoccimarro per l’area del Maniaghese venga effettuato anche nello Spilimberghese. Contestuale, la richiesta agli uffici regionali per la sospensione dell’iter di rilascio della variante non sostanziale all’autorizzazione all’impianto di incenerimento, finché non si giunga alla conclusione dello studio.

Nello Spilimberghese l’attenzione va alla richiesta di variante presentata in Regione dalla proprietà dell’inceneritore Eco Mistral che, qualora autorizzata, comporterebbe un incremento della capacità produttiva dell’impianto di incenerimento da 25 a 33 mila tonnellate di rifiuti bruciati, sino alle paventata ipotesi contenuta nelle linee guida, già sottoposte dall’azienda all’attenzione del Comune, di realizzare un nuovo impianto da 100 mila tonnellate annue, il quadruplo di quello attuale. —

 

 

Comune contrario: avanti con le azioni di “disturbo”

Seppure i margini di manovra siano stretti, il Comune è pronto a proseguire nell’azione di “disturbo” dei piani di Eco Mistral. Il consiglio comunale, già lo scorso autunno ha votato, compatto, lo stralcio dal piano delle alienazioni dei terreni di pertinenza dell’inceneritore Eco Mistral. L’area in cui ha sede il termovalorizzatore, per la quale l’attuale proprietà Eco Eridania ha già manifestato interesse d’acquisto vista la necessità di ammodernare lo stabilimento, non sarà venduta dal Comune. Un passo ulteriore si è fatto una decina di giorni fa, votando all’unanimità un ordine del giorno presentato dai consiglieri di Spilimbergo in cammino Leonardo Soresi e Fabio Frenna e di Spilimbergo democratica Gabriella Ius (emendato dalla maggioranza) contenente la richiesta a sindaco e giunta di attivarsi con gli organi competenti per avere garanzia che lo studio epidemiologico annunciato dall’assessore regionale all’ambiente Fabio Scoccimarro per il Maniaghese venga effettuato anche nello Spilimberghese, e chiedendo agli uffici regionali la sospensione dell’iter di rilascio dell’autorizzzione.

 

 

 

 
IL nuovo orologio del campanile parla con la Germania PDF Stampa E-mail
Parrocchia San Nicolò Vescovo
Scritto da Raffaele   
domenica 14 luglio 2019

Sostituito il vecchio orologio meccanico con uno elettronico radiocontrollato da un segnale che proviene dalla Germania

 

quadrante_orologio_campanile.jpg

 

Da quando è stato installato sul nostro campanile, l'orologio ha segnato il tempo con i suoi rintocchi che si diffondevano nei magredi, nelle barade, nelle vie e nelle case di Tauriano.

I rintocchi delle ore hanno sempre accompagnato la vita personale e sociale del taurianese; mentre se avevi bisogna di sapere che ora fosse ti bastava alzare lo sguardo e il quadrante dell'orologio era lì ad informarti.

Con l'avvento prima degli orologi da polso, poi dei cellulari, l'orologio sul campanile è sembrato perdere di importanza e di interesse. Sono almeno 70 anni che l'attuale versione di orologio da torre segna il tempo a Tauriano. All'inizio c'erano solo due quadranti uno verso la piazza e uno verso il borgo Cocon. In seguito è stato aggiunto il terzo quadrante che guarda verso il mulino. Non si pensò a quel tempo di aggiungere quello che guarda verso l'asilo dato che il numero di abitazioni era presso che nullo.

vecchio orologio

L'orologio, prodotto dalla Solari a Pesariis in Carnia, era un modello standard per le torri e i campanili dell'epoca. Era già una novità tecnologica perché disponeva di un sistema di autoricarica che non costringeva il sacrestano ad andare 2 volte al giorno a ricaricare i contrappesi (quello delle ore e quello del rintocco delle ore). Le scale di legno che portavano alla cima del campanile erano in uno stato tale da richiedere attenzione e fortuna sia nella salita che nella discesa. I piani erano di legno ma il piano ove è posto il meccanismo dell'orologio, dal 1951, è in cemento armato per preservare la stabilità del meccanismo e della sua precisione.

In questi ultimi mesi i suoi rintocchi delle ore e le lancette non segnavano più correttamente lo scorrere del tempo. I tentativi per farlo funzionare non sono stati risolutivi. A questo punto la Parrocchia di San Nicolò di Tauriano ha preso la decisione di sostituirlo con un nuovo sistema.(spesa preventivata vicina ai 4000 euro)

L'orologio meccanico che comandava i tre quadranti sulle facciate del campanile è stato quindi rimosso; assieme all'orologio è stato rimosso anche il sistema elettromeccanico che si occupava del suono delle campane (mattino, mezzogiorno, sera e s. Messe) che invece si trovava in sacrestia.

 

nuovo_orologio_1.jpg

Ora a gestire il tutto (scampanio, orologi e rintocchi ore) è stato installato un sistema elettronico che si autocorregge sincronizzandosi sul servizio della stazione DCF77, gestita dal Physikalisch-Technische Bundesanstalt, vicino a Francoforte, che emette un segnale radio controllato da un orologio atomico.


Nel caso l'orologio ritardi o acceleri per varie condizioni meteo e non, appena si sintonizza con Francoforte può autocorreggersi e ciò è utile anche in caso di mancata erogazione della corrente elettrica.

L'unione dei due sistemi (campane e orologio) permetteranno di evitare il sovrapporsi del suono dei rintocchi delle ore con lo scampanio. Prima si effettueranno i rintocchi delle ore e pochi secondi dopo partirà il movimento delle campane con relativo scampanio.

La manutenzione dovuta al funzionamento dei meccanismi è ridotta rispetto alla versione precedente. I nostri compaesani, Luigi Contardo e Lorenzo Persello, che in questi anni si sono presi cura dell'orologio, oliandolo e regolandolo possono dormire sonni tranquilli.

 

Ora il vecchio orologio è in attesa di una nuova sistemazione che lo preservi quale elemento che ha visto e segnato il tempo di questa nostra comunità

Alcune soluzioni le proponiamo in fondo a questo articolo

 

Leggi tutto...
 
Bruno Pizzul a Tauriano a parlare di calcio PDF Stampa E-mail
Società Operaia di Tauriano
Scritto da Raffaele   
domenica 07 luglio 2019

“Il calcio di ieri e quello di oggi”.

È questo il titolo dell’incontro pubblico promosso dalla Somsi di Tauriano con il patrocinio del Comune che si è tenuto venerdì sera, nell’area festeggiamenti dell’associazione La Garitta.

 

brunopizzul.png


Inizialmente programmata nella sede della Società Operaia, poi visto il vasto interesse degli appassionati , è stata presa in considerazione da parte del Presidente Soc. Operaia, Martina Fabio, e dal Sindaco Enrico Sarcinelli di portare l'evento nell'area festeggiamenti de "LA GARITTA". L'associazione "La Garitta" ha dato il suo supporto logistico ed organizzativo assieme al contributo dei membri del Gruppo "Quelli del Giovedì".


L'interesse è stato mosso dalla notizia della presenza di  Bruno Pizzul, la voce storica del calcio italiano, che avrà al suo fianco Renato Favretto, autore del volume Quando i friulani giocavano in serie A e una vecchia gloria del calcio nostrano, Ermanno Cristin, originario di San Giorgio di Nogaro, indimenticato attaccante della Sampdoria negli anni ’60-70 con cui collezionò 192 presenze e 35 gol.
    Come ha scritto su il "Messagero di Pordenone" il giornalista spilimberghese Guglielmo Zisa :

"Un’occasione rara per discutere di calcio a tutti i livelli e, visto lo spunto dato dalla pubblicazione di Favretto, fare un tuffo nel passato, ricordando la storia calcistica di Vinicio Facca, difensore azzanese che giocò da professionista nel Pordenone in serie C e nel Lecco in serie A e B. Cresciuto nel Pordenone, il difensore ha toccato li suo apice col Lecco, team per il quale ha giocato dal 1960 al 1968, anche in serie A. La sua carriera viene raccontata da Favaretto, facendo parlare i fatti, i protagonisti.

Scorrono, dunque, i ricordi dei compagni di Facca, ma anche dei suoi tifosi eccellenti come Dino Zoff e Gianfranco Zigoni. "

La giornata calda ma aerata prometteva bene e il pubblico si è presentato alle 18.30 ad ascoltare i relatori. Sfortuna volle che alle 18 un incidente sul ponte di Dignano costringesse Bruno Pizzul a dirottare verso il ponte di Pinzano nel suo tragitto da Udine a Tauriano. Una ulteriore interruzione stradale su quest'ultimo tratto a causa di un camion e di una corriera bloccati in quelle strette strade ha fatto si che potesse giungere a Tauriano alle 20,15.

calcio_ieri_oggi_bruno_pizzul_2019_in_garitta.jpg
Scusatosi per il contrattempo ha deliziato il pubblico per almeno una buon'ora. Al termine è dovuto ripartire per essere ad una premiazione importante in cui era testimonial.

In questo evento finalmente, dopo tanto tempo, le realtà associative taurianesi hanno avuto la possibilità di contribuire alla buona riuscita dell'iniziativa.

Materiale fotografico da pagina Facebook della "soc.Op.Tauriano" e di Loredana Rossi

 
“Concerto di primavera” Ospite il coro di Jesi PDF Stampa E-mail
Parrocchia San Nicolò Vescovo
Scritto da Raffaele   
domenica 30 giugno 2019

 

A "Messaggero di Pordenone" articolo di Guglielmo Zisa del 26 maggio 2019

Appuntamento musicale oggi, alle 20.45, nella chiesa parrocchiale di Tauriano: il coro Voci di Tauriano, in sinergia con la parrocchia di San Nicolò e l’associazione La Garitta, propone la terza edizione del “Concerto di primavera”, rassegna corale che vedrà esibirsi il coro taurianese, diretto dalla maestra Mirella Perosa, e la corale Brunella Maggiori di Jesi. La compagine marchigiana, diretta dal maestro Stefano Contadini, è composta da 35 elementi, opera a Jesi dal 1989 e svolge un costante servizio per la divulgazione del canto corale come forma culturale e di partecipazione con l’intento di valorizzare il canto popolare e contemporaneo, ha partecipato a numerose rassegne in campo regionale e nazionale con consensi unanimi. Nel 2017, in occasione del viaggio del coro taurianese ad Accumoli, paese terremotato del Centro Italia, per portare il contributo raccolto in occasione del primo “Concerto di primavera”, il coro jesino ospitò il gruppo taurianese dando così un importante contributo logistico ed economico per la riuscita della trasferta nella cittadina laziale praticamente rasa al suolo dagli eventi sismici del 2016.

Il coro Voci di Tauriano (corale maschile a quattro voci, composta da quindici elementi), oltre agli impegni organizzati, sta raccogliendo i frutti di un lavoro di perfezionamento delle qualità canore del gruppo, sotto la scrupolosa e competente direzione della maestra Mirella Perosa. Nel corso degli ultimi due anni di attività, è stato chiamato a partecipare a importanti rassegne corali in regione, nelle quali è stato particolarmente apprezzato.

Sabato 15 giugno il coro taurianese sarà presente a Duino alla rassegna “Note d’estate” organizzata dal locale coro Rainer Maria Rilke. Domenica, poi, il coro di Jesi accompagnerà la messa delle 11 sempre nella chiesa parrocchiale di San Nicolò a Tauriano. —

G.Z.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 11 di 889

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Ottobre 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Articoli correlati

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it