Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow musicasport arrow Daniele Vidotto - Addio ad un campione di cross
Daniele Vidotto - Addio ad un campione di cross PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
lunedì 07 giugno 2010

daniele_vidotto.jpgDaniele Vidotto

Campione di motocross e di enduro

a breve sarebbe diventato papà.


Addio a un campione delle due ruote. La morte ha fermato la corsa da leader di Daniele Vidotto, 34 anni, di Tauriano. Il giovane centauro è rimasto vittima di un incidente fatale mentre, in sella alla sua moto, poco prima delle 23 di sabato stava percorrendo la provinciale Vivarina, nel tratto compreso tra l’abitato del Dandolo e la periferia di Maniago. Sportivo molto noto, aveva vinto centinaia di gare in una carriera motoristica ormai quasi ventennale.
      Tutto è accaduto all’uscita da una curva, in prossimità dell’incrocio con la strada della Cossana. Il 34enne spilimberghese,  viaggiava sulla Yamaha verso la città dei coltelli. All’improvviso, per motivi che la Polizia stradale sta cercando di chiarire (l’illuminazione non certo ottimale potrebbe essere tra questi), si è scontrato quasi frontalmente con un’Opel Corsa che arrivava dalla direzione opposta alla sua. La dinamica dell’urto è stata terribile. Il giovane centauro è stato sbalzato in avanti di una ventina di metri, tra l’asfalto e il fosso, restando politraumatizzato. 

Distrutto pure il musetto del’auto. Sono state proprio le tre donne di Frisanco che si trovavano sulla vettura (due sorelle e la loro madre) a dare subito l’allarme al "118" con il cellulare. Per tutte e tre ci sono state ferite lievi legate alla carambola. Sulla Vivarina sono giunti velocemente gli operatori sanitari del "118", insieme ai Vigili del fuoco di Maniago e a una pattuglia della Polizia stradale di Spilimbergo, che ha svolto i rilievi. Da subito, tuttavia, è stato chiaro che per il giovane spilimberghese non c’era più nulla da fare.


      Daniele Vidotto lascia la compagna incinta, i genitori Raffaele e Cristina Benda, oltre alla sorella Vania (una delle più forti pallavoliste del Friuli occidentale) e al cognato Donatello Tessaro . La loro è una famiglia di sportivi. Classe 1976, tuttora tesserato per il Mc Fanna, il 34enne era stato più volte premiato (anche a livello nazionale) per i traguardi tagliati nel settore agonistico del motocross e dell’enduro. L’ultimo pubblico riconoscimento, a livello di Coni regionale, è di un anno fa.Avrebbe dovuto gareggiare ieri a Cordenons, nell’ultima tappa del trofeo Fvg, per aggiudicarsi il titolo di campione regionale della categoria Mx1. La sorella vuole ricordarlo così. «La passione per la moto da cross era tutta la sua vita – confida –, la coltivava sin da piccolo. Ha corso anche a livello nazionale, cogliendo ottimi risultati». Daniele Vidotto era considerato un autentico fuoriclasse, in regione, in questo sport affascinante, in cui il brivido la fa da padrone e diventa quasi seconda pelle. «Non l’ho mai visto in tutti questi anni litigare con qualcuno. Daniele era un signore, gli avversari lo temevano e lo rispettavano – ha ricordato Mario Volpe, presidente della Federazione motociclistica regionale e grande estimatore di Vidotto –. A Cordenons molti si sono iscritti alle manche valide per l’ultima tappa del campionato italiano di motocross, ma non hanno gareggiato, in segno di rispetto. Purtroppo abbiamo dovuto far disputare il campionato triveneto di minimoto. Abbiamo risparmiato ai più giovani che venivano da fuori il nostro dolore. Le premiazioni le abbiamo annullate e le coppe consegnate in privato». A seconda dei calcoli sulle classifiche, pronte nella tarda serata, Daniele Vidotto si sarebbe laureato campione regionale postumo nel trofeo Mx1. Daniele è stato ricordato anche da Claudio Norio, presidente del Moto club Fanna, al quale il motocrossista spilimberghese era iscritto. «Abbiamo cominciato a gareggiare assieme – ha spiegato Norio –, lui era di un livello superiore. Era il più forte di tutti».

Lo spilimberghese lavorava come tecnico manutentore per un’azienda che si occupa degli acquedotti. Sabato notte, secondo le prime testimonianze raccolte, avrebbe dovuto raggiungere un gruppo di amici. Oggi l’ispezione della salma. Poi l’autorità giudiziaria dovrebbe concedere il permesso per i funerali.

 

Ultimo aggiornamento ( martedì 08 giugno 2010 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Ottobre 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Articoli correlati

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it