Saranno celebrati oggi, alle 10, nella chiesa parrocchiale di Tauriano, dove il feretro giungerà dall’ospedale di Spilimbergo, i funerali di Benedetto Martinuzzi (in foto), l’ex necroforo comunale scomparso a 68 anni. Martinuzzi era molto conosciuto in città poiché per decenni era stato dipendente dell’ente di palazzo di Sopra, avendo appunto lavorato come addetto al cimitero del capoluogo e nelle frazioni cittadine. A renderlo noto a intere generazioni di giovani spilimberghesi era stata la passione per il calcio, ed in particolare il suo tifo sfegatato per l’Unione sportiva Spilimbergo come ricorda l’amico e ex allenatore dei biancoazzurri Vanni Maffei. «Benedetto è stato per noi tutti un amico, sempre disponibile a darci una mano partecipando attivamente alla vita dell’associazione sportiva, presente anche in campo improvvisandosi arbitro e guardalinee e svolgendo questi ruoli sempre con impegno e scrupolo». L’uomo, pur avendo sofferto fin dalla nascita di una malformazione, aveva imparato nel tempo a conviverci: «Era conosciuto da tutti e in genere nessuno ha infierito sulla sua situazione fisica, anzi lui stesso ci scherzava su e non ne faceva un dramma» ricorda l’amico. (g.z.)