Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow lo_sapevate_che arrow “Quintetto per pianoforte” di Guido Alberto Fano al Verdi di Pordenone
“Quintetto per pianoforte” di Guido Alberto Fano al Verdi di Pordenone PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
lunedì 27 gennaio 2014

Da Il messagero di Pordenone del 26 gennaio 2014

Grande tematica sullo sfondo della programmazione di musica e danza del teatro Verdi di Pordenone è quest’anno la celebrazione della Giornata della memoria, declinata in vari appuntamenti: il principale rimane, naturalmente, quello del 27 gennaio, data in cui la ricorrenza si commemora in tutto il mondo. Il programma della serata, che per la sua originalità e qualità sarà registrata e trasmessa in differita da Rai Rai 3, in cartellone domani alle 20.45, si articola in due momenti, dedicati entrambi a compositori vittime di persecuzioni.

Il Quartetto di Cremona, considerato dalla stampa specializzata internazionale l’erede del Quartetto Italiano, e Maurizio Baglini – che smette i panni del consulente artistico del teatro e si siede al pianoforte - con la partecipazione di Margherita Di Giovanni alla viola e di Sara Spirito al violoncello, propongono una pagina giovanile di uno Schönberg ancora lontano dalla dodecafonia e il “Quintetto per pianoforte” di Guido Alberto Fano, compositore che trascorse gli ultimi anni della sua vita a Tauriano di Spilimbergo e al quale la città del mosaico ha intitolato il suo istituto musicale. Il sestetto per archi “Notte trasfigurata” (Verklärte Nacht) è la composizione con cui Arnold Schönberg si presentò alla ribalta musicale nel 1899.

È un lavoro già personale, ma precedente e diverso da quella dodecafonia che ha fatto del compositore un’icona del Novecento musicale. Il brano non lascia presagire quella che sarà l’evoluzione dello Schönberg più maturo: rimane però una pagina di pura bellezza, una sorta di breve poema sinfonico che evoca l’atmosfera sognante e lirica della poesia di Richard Dehmel (1863-1920) cui si ispira. È la bellezza dello Schönberg comprensibile, un’opportunità per imparare ad amarlo e non staccarsene mai più: basta entrare in sala, chiudere gli occhi e lasciarsi guidare da una musica di raro valore espressivo.

Il concerto si concluderà con il ricordo del musicista Guido Alberto Fano (Padova 1875 – Tauriano di Spilimbergo 1961), vittima delle leggi razziali a seguito delle quali fu rimosso dall’insegnamento. Il suo Quintetto con pianoforte esprime fedeltà alle radici storiche, ma anche un’irrequietezza quasi sperimentale, un’ansia di rinnovamento: vale la pena cogliere questa davvero rara occasione di ascolto, omaggio a un compositore e a un’opera ingiustamente dimenticati. E a ricordare il nonno, prima del concerto, interverrà il nipote di Guido Alberto Fano, Vitale.

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 27 gennaio 2014 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Agosto 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it