Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow varie arrow Cave e inceneritore, un film per capire
Cave e inceneritore, un film per capire PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
lunedì 28 settembre 2009

Il Pd presenta un documentario sulla situazione ambientale della zona: «Così si potrà scegliere»

Domenica 27 Settembre 2009,
Spilimbergo
      L’ambiente è uno dei temi che oggi interessano di più. Assume pertanto un rilievo particolare l’iniziativa proposta dai consiglieri comunali del centrosinistra, che in un incontro pubblico indetto per martedì a Tauriano, presenteranno un documentario dal titolo “Spilimbergo: il centro del mio mondo”.
      Si tratta di una analisi piuttosto articolata dei tanti aspetti di interesse ambientale che riguardano il territorio spilimberghese: dall’impianto di termovalorizzazione (ex inceneritore) della Mistral Fvg alle cave per l’estrazione della ghiaia, passando anche per temi apparentemente minori come il biogas. L’appuntamento è fissato per le ore 20.30 nella sala della Società Operaia. «Nel corso della serata – spiegano i consiglieri del Pd - saranno proiettate immagini e presentati documenti, per un approfondimento informativo a uso dei concittadini sulle tematiche ambientali e sulle attività del nostro gruppo consiliare». L' invito è aperto ai concittadini.
      Il sottotitolo evidenzia il taglio dell’incontro: “Conoscere l'oggi e decidere il domani, ragionando fra ambiente ed economia". Sarà quindi come fare una specie di viaggio, con l’aiuto delle immagini, per il capoluogo e le frazioni, per individuare i punti critici. Un lavoro molto interessante e per nulla scontato, dal momento che inceneritore e cave costituiscono sì un rischio dal punto di vista ambientale, ma anche una risorsa dal punto di vista economico, in quanto sono aziende che forniscono posti di lavoro e producono ricchezza (reale o potenziale). Per cui non si può condannare o esaltare a priori tali realtà, ma è necessaria un’analisi approfondita dei vantaggi e dei problemi.
    

 

      Particolarmente significativa in merito la situazione dell’impianto di termovalorizzazione della società Mistral Fvg, che si trova nella zona industriale del Cosa e che brucia rifiuti industriali e ospedalieri. Sull’impianto sono stati investiti un sacco di soldi per metterlo a norma e per ridurre al minimo i rischi. Ciononostante negli ultimi mesi è stato lanciato un allarme circa le emissioni di mercurio, che sono attualmente oggetto di una indagine da parte degli organi istituzionali. Ciò dimostra che non si deve mai abbassare guardia. Sull’altro piatto della bilancia c’è il fatto che l’azienda, oltre a svolgere un servizio necessario, è progetto per sfruttare il calore sviluppato dalla combustione e produrre in questo modo sia energia elettrica (che viene venduta alla rete generale), sia acqua calda per il riscaldamento di alcuni edifici di interesse pubblico in zona Favorita. Quest’ultima opzione, però, non è mai stata attivata, nonostante il progetto sia stato studiato molti anni fa. Il famoso teleriscaldamento, insomma, è ancora sulla carta.
      Situazione delicata anche per quanto riguarda le cave. Ce ne sono tre, che sono in coltivazione ormai da molti anni e due di queste hanno ottenuto in tempi recenti le autorizzazioni dalla Regione per l’ampliamento della loro volumetria. Il dibattito è aperto: si tratta più di un depauperamento delle risorse del territorio, o di una risorsa economica? In proporzione alla quantità di ghiaia estratta, le imprese non solo devono pagare una imposta al Comune a titolo di compensazione, ma versano pure una quota aggiuntiva, che va a integrare il bilancio dell’ente.


      Claudio Romanzin

Ultimo aggiornamento ( giovedì 25 febbraio 2010 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Dicembre 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Articoli correlati

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it