Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow Comune arrow Terreni inquinati, allarme mercurio - Sindaco risponde
Terreni inquinati, allarme mercurio - Sindaco risponde PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
giovedì 16 luglio 2009
Indice articolo
Terreni inquinati, allarme mercurio - Sindaco risponde
Pagina 2
Da "Il GAZZETTINO" del 16 luglio 2009 articolo di Lorenzo Padovan

 

Terreni inquinati, allarme mercurio
Spilimbergo, il rischio verrebbe dal termovalorizzatore. Dati raccolti dall’ateneo di Trieste

 Spilimbergo
      Verrà discussa domani, al Dipartimento di Scienze della vita dell’università di Trieste, una tesi sperimentale di “Biologia ambientale”, svolta in collaborazione con l'Arpa dipartimento di Pordenone, su un caso di inquinamento da mercurio nei comuni di Spilimbergo e San Giorgio della Richinvelda.
      Dopo un anno di ricerche, Fabio Candotto Carniel, sotto la guida del professor Mauro Tretiach e della dottoressa Clorinda Del Bianco, ha potuto sostanziare un'ipotesi che era suggerita dai risultati di un precedente studio commissionato dalla Provincia di Pordenone.
      La nuova indagine, durata dal maggio al novembre 2008, ha previsto il trapianto di campioni di licheni prelevati in una zona “pulita” della Carnia, in una trentina di stazioni distribuite su un’area di circa 112 chilometri quadrati, compresa tra i greti di Cellina e Tagliamento. Le analisi del materiale esposto, condotte dai laboratori Arpa di Pordenone e Udine, hanno dimostrato un aumento significativo di sette elementi in traccia. Solo il rame e il mercurio hanno però fatto registrare valori veramente preoccupanti. Mentre l’aumento del rame sembra legato ai trattamenti anticrittogamici di alcune colture, la vite in primis, quello del secondo deriva – questa la conclusione della tesi – dalle emissioni in atmosfera del termovalorizzatore “Mistral” di Tauriano.
      «È quanto abbiamo sempre ipotizzato - dichiara il professor Tretiach, autore dei due monitoraggi precedenti - perché il primo monitoraggio, ancora nel 1999, era stato condotto subito prima dell’entrata in funzione dell’impianto, e i valori di concentrazione in zona erano risultati estremamente bassi; dopo otto anni però, cioè quando abbiamo condotto il secondo monitoraggio, erano stati osservati valori tra i più elevati in assoluto per tutto il territorio nazionale. Questa nuova indagine di Candotto Carniel – aggiunge il docente -, per le modalità con cui è stata condotta, conferma che nel 2008 era ancora in atto un importante rilascio di mercurio e ci permette di concludere che il rispetto dei limiti di emissione non è certamente sufficiente a prevenire un aumento potenzialmente pericoloso di questo elemento nell’ambiente». 

      Il termovalorizzatore, situato nella zona industriale del Cosa, immediatamente a sud est di Spilimbergo, tratta rifiuti provenienti da attività artigiane, tra cui vernici, e rifiuti ospedalieri; sarebbero proprio questi ultimi la fonte più probabile di mercurio. «Per fortuna la città di Spilimbergo non è direttamente interessata dal fenomeno - continua Tretiach -: i valori più elevati sono stati osservati sempre a sud ovest dell’impianto, in particolare in una stazione a circa 500 metri in linea d’area dal Mistral; purtroppo sono fortemente anomali: per trovare qualcosa di analogo bisogna andare sul monte Amiata, in Toscana, dove, per quasi un secolo, hanno estratto e lavorato il cinabro, il minerale da cui si ricava il mercurio». Valori elevati sono stati riscontrati in tutta la zona intorno a Barbeano, fino a Rauscedo, e ciò sarebbe compatibile con la direzione prevalente dei venti notturni.
      Il problema dovrebbe passare ora alle autorità sanitarie e alla Direzione ambiente della Regione, che dovranno valutare l’effettivo rischio per la salute ed eventualmente proporre l’adozione da parte di Mistral di modifiche ai sistemi di controllo delle emissioni.
      Lorenzo Padovan
 

Ultimo aggiornamento ( giovedì 25 febbraio 2010 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Aprile 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

Articoli correlati

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it