Sondaggio

Utenti Online

Nessun utente online

Syndication

Tauriano-Blog arrow Notizie arrow lo_sapevate_che arrow Il Dirigibile a Tauriano - Hangar di Istrago
Il Dirigibile a Tauriano - Hangar di Istrago PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaele   
sabato 11 aprile 2009
Indice articolo
Il Dirigibile a Tauriano - Hangar di Istrago
Pagina 2
Pagina 3

Navigando su Internet, e non solo, ho trovato queste informazione relative ai voli del dirigibile di stanza alla stazione aero-navale di Spilimbergo:

 

hangar_vista_aerea

 

Dal libro di Piero Sorè : L’Aviazione nel Nord-Est ( Giorgio Apostolo Editore 2007 ISNB 978-88-87261-20-2 ) :
Si viene a sapere che per fronteggiare la situazione politico-militare, nel dicembre del 1914 l'Ispettorato aeronautico italiano spostò molte squadriglie dal nord-ovest e le inviò nel nord-est, utilizzando al meglio i pochi campi disponibili nella zona. Non fu una disposizione secondo una logica strategica, ma le squadriglie si arroccarono ad ovest del Tagliamento, in un grosso quadrilatero formato da due campi "antichi" e da due "nuovi", vale a dire quelli di Aviano, Pordenone, Casarsa e Spilimbergo.
Casarsa della Delizia nacque nel 1915 ad ovest del paese, tra la ferrovia e la strada Pordenone-Udine, all'altezza del confine con la frazione di Orcenigo Inferiore. Lo scopo del campo fu principalmente quello di essere utilizzato dai dirigibili e per questo motivo fu costruito inizialmente un solo capannone. L'hangar per un dirigibile era una costruzione molto complessa per le sue dimensioni, per le porte d'ingresso sul lato corto dell'edificio, e per la posizione e l'orientamento rispetto ai venti dominanti, poiché il dirigibile non doveva essere investito da un vento laterale nella manovra d'ingresso, e in quella d'uscita. La costruzione della prima delle due aviorimesse fu terminata a guerra iniziata era tutto a volte d'acciaio, della lunghezza di metri 150, per una larghezza di metri 75 e un'altezza di metri 70.

Nel 1916 iniziò la costruzione del secondo hangar gemello, posto a una distanza di 700 metri dal primo, che rese Casarsa un campo di primaria importanza; dopo la Grande Guerra diventò normale campo d'aviazione.”
Con la nuova numerazione, la situazione dei campi di volo nello scacchiere del nord-est del fronte italiano, alla data del 1° maggio 1916, si presentava così: Casarsa ospitava il dirigibile M4

Esempio di Dirigibile

 

 

La vita dei dirigibili non fu mai accomunata con quella degli aerei, per il semplice fatto che i primi erano collocati su una specie di viale del tramonto, mentre gli altri erano in piena ascesa con un futuro sicuro, e anche perché l'attività bellica dei dirigibili è stata strategicamente molto limitata. Occorre ricordare, comunque, che la notte tra il 3 e il 4 maggio 1916, il dirigibile M4 partì da Casarsa ed effettuò un bombardamento sugli accampamenti nemici nella zona Rubbia-Merna e del campo di Aisovizza. L'aeronave rimase probabilmente senza carburante in zona operativa e fu attaccata alle prime luci dell'alba dagli aerei nemici. Il comandante, cap. Giovan Battista Pastina, non volle arrendersi e anche se immobilizzato, rispose al fuoco con grande coraggio, finché non intervenne l'artiglieria che lo colpì e lo fece esplodere in volo.
Nel corso del secondo anno di guerra si interruppe l'iniziativa privata per la costruzione di nuovi campi di volo e quelli esistenti furono gradualmente consegnati agli organi militari. Il primo campo in Friuli sottoposto al "passaggio di proprietà" fu quello di Pordenone, ma il cambiamento non creò problemi.



Ultimo aggiornamento ( giovedì 01 febbraio 2018 )
 
< Prec.   Pros. >

Foto dal sito

Tauriano per immagini

Calendario

« < Aprile 2019 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

Prossimi Eventi

Nessun evento

Previsioni Meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it